Coppa del Re al Barça: 3-0 al Bilbao. Guardiola saluta con 14 trofei

Una storia memorabile, forse irripeteibile, meritava la chiusura del cerchio perfetta. Il primo trofeo vinto da Pep Guardiola col Barcellona fu una Coppa del Re nel 2009, proprio contro l’Atheltic Bilbao. Tre anni dopo il risultato si ripete: allora finì 4-1 a Valencia, stavolta i baschi vengono spazzati via per 3-0 a Madrid dopo una partita durata 24′, fino al secondo gol di Pedro. Così Guardiola chiude la sua avventura da allenatore con il bottino di 14 trofei in quattro anni: 3 campionati, 2 Coppe del re, 3 Supercoppe di Spagna, 2 Champions League, 2 Supercoppe europee e 2 Mondiali per club. Se non vi basta metteteci anche 638 gol segnati in 247 partite (2.58 di media), altri numeri pazzeschi e un gioco difficilmente riproducibile.

NESSUN INSEGNAMENTO— Nella serata del “Vicente Calderon”, aperta da una bordata impressionante di fischi all’inno spagnolo, ci sono grandi meriti per il Barcellona, che da subito entra in campo deciso a regalare l’ultima coppa a Guardiola. La rabbia per una stagione sfumata via in una settimana, con il Clasico di ritorno incastrato tra le due stregate semifinali di Champions col Chesea, è negli occhi dei catalani. Che dopo 26″ potrebbero già segnare con Messi. E’ altrettanto evidente che Bielsa ha delle colpe. “El Loco” non fa nulla per limitare una squadra molto più forte della sua. L’assenza in mezzo al campo di Iturraspe, il suo Busquets, unita a quella di Herrera, non possono bastare come attenuanti. E’ risaputo che Bielsa è uno che se la gioca e fa giocare, ma regalare così la profondità ai blaugrana, coi modesti centrali Ekiza ed Amorebieta a uscire sui movimenti degli attaccanti di Guardiola e a esporsi agli inserimenti, è come suicidarsi. La lezione d’inglese è stata ignorata: con questo Barcellona puoi sperare di fare risultato solo se ti chiudi e magari gli dei del calcio sono dalla tua, come è successo a Di Matteo.

SENZA STORIA— Il Barcellona, con Montoya titolare a destra (mancano Dani Alves e Puyol) e il tridente Pedro-Messi-Sanchez, aggredisce subito la partita e passa al 3′ dopo aver già sfiorato il vantaggio. Un rimpallo su Javi Martinez, da molti indicato come il secondo nella lista di Rosell per rinforzare la difesa dopo Thiago Silva, libera Pedro su azione da corner. Pedrito, che di gol pesanti se ne intende, batte un Iraizoz poco reattivo. Il Bilbao, che ha una rosa molto corta, non è brillante neppure sul piano fisico dopo una stagione lunghissima e si offre alla superiorità del Barcellona. Iniesta al 20′ pesca un corridoio dei suoi per Messi, che di destro fa 2-0 dopo 26 gol consecutivi in stagione firmati col sinistro. Passano 4′ e ancora Pedrito raccoglie l’invito alla conclusione dal limite di Xavi e incrocia il tiro del 3-0. Buonanotte Bilbao, anche se ci starebbe un rigore di Piqué su Llorente. La ripresa è più equilibrata, ma l’Athletic non va neppure vicino a riaprire la partita e incassa un’altra sconfitta in finale dopo quella di Europa League. Ma la stagione dei baschi resta straordinaria.

Jacopo Gerna, La Gazzetta dello Sport

http://www.gazzetta.it/Calcio_Estero/Primo_Piano/25-05-2012/coppa-re-barca-3-0-bilbao-guardiola-saluta-14-trofei-911338593938.shtml

About Marc Leprêtre

Marc Leprêtre is researcher in sociolinguistics, history and political science. Born in Etterbeek (Belgium), he lives in Barcelona (Spain) since 1982. He holds a PhD in History and a BA in Sociolinguistics. He is currently head of studies and prospective at the Centre for Contemporary Affairs (Government of Catalonia). Devoted Springsteen and Barça fan…
This entry was posted in Soccer. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s